MissioneBibliotecaArchivioAttività
MISSIONE
 

 

La Fondazione Giulio Pastore è stata costituita per contribuire all’«elevazione morale e materiale dei lavoratori italiani, in particolare delle aree depresse» dando seguito, sul piano degli interessi culturali e della ricerca, all’«opera civilissima», cristianamente orientata, del fondatore e primo segretario della Cisl, nonché primo segretario delle Acli e parlamentare democristiano con rilevanti responsabilità ministeriali. Nel segno del compimento di quell’opera, la Fondazione ha assunto l’impegno a portare «la qualità» del mondo del lavoro e dell’esperienza sindacale dei lavoratori «ad un livello paragonabile a quello raggiunto da altri Paesi» (Atto istitutivo, 26/2/1971). La Fondazione è stata giuridicamente riconosciuta con il DPR 21 febbraio 1972, n. 114.

BIBLIOTECA
 

 

La Biblioteca, con l’Archivio, è alle origini del patrimonio della Fondazione. È specializzata nei vari ambiti delle scienze dell’uomo in prospettiva comparata, con attenzione alle tematiche del lavoro e del sindacato declinate secondo vari ambiti disciplinari (storia economica e sociale, relazioni industriali, diritto del lavoro, economia del lavoro e sociologia del lavoro). Il patrimonio attuale consta di oltre 29.500 volumi e 300 testate di periodici (di cui 125 correnti). Nel 2010 la Fondazione ha aderito al Servizio Bibliotecario Nazionale, collegandosi al Polo degli Istituti culturali di Roma.

Archivio
 

 

La Fondazione conserva presso la propria sede numerosi fondi archivistici: alcuni, essendo parte del suo patrimonio costitutivo sono presenti dal 1971; altri sono stati acquisiti successivamente. Tutti i fondi conservati sono stati dichiarati di "notevole interesse storico" e attengono alla storia del movimento sindacale e del movimento cattolico-sociale italiano. Il primo e più importante tra essi è costituito dalle Carte di Giulio Pastore. Il fondo consta di 169 faldoni datati cronologicamente dal 1947 al 1969. Gli altri fondi sono l’Archivio fotografico Giulio Pastore (1947-1979), l’Archivio della Segreteria Confederale CISL (1947-1958) e l’Archivio Lamberto Giannitelli (1913-1974). Nel 2012 la Fondazione ha aderito alla rete “Archivi del Novecento”.

Attività
 

 

Ricerca, convegni e seminari, formazione, produzione editoriale. Campi d’azione diversi ma uniti dall’originale e attuale lettura che la FGP propone del lavoro e del sindacato. Opera per iniziativa propria o in collaborazione con Università, Centri di ricerca, enti pubblici e privati nazionali e internazionali. Interlocutori privilegiati sono i soci.

Pietro Merli Brandini. Una grande passione per il sindacato, per la Cisl. Testimonianze e dialoghi. Martedì 15 novembre 2016

Il 15 novembre prossimo si svolgerà l’incontro organizzato dall'ISRIL e dalla FONDAZIONE PASTORE, dedicato alla figura di Pietro Merli Brandini, recentemente scomparso.

Sindacalista dal 1948, cislino dal 1950, segretario confederale dal 1977 al 1985, Pietro Merli Brandini - scomparso il 2 settembre scorso -  per quasi settant'anni ha interpretato con esemplare passione e intelligenza uno dei fondamenti costitutivi del dirigente Cisl: l'intersezione costante tra studio, riflessione e responsabilità.

 

"La grande scommessa" Finanza malata e cinema d'inchiesta

La Fondazione Giulio Pastore, l’Associazione Bibliolavoro, il Dipartimento di storia dell’economia, della società e di scienze del territorio «Mario Romani», e l’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia «Mario Romani»

nell'ambito delle iniziative del Labour film festival 2016 organizzano il seminario:

 

“LA GRANDE SCOMMESSA”

Finanza malata e cinema d’inchiesta

Pagine

 

“Pagine Digitali” collana di editoria digitale

 

La collana ha lo scopo di costituire occasioni di dialogo e confronto tra le iniziative di ricerca scientifica svolte dalla Fondazione, l’esperienza sindacale e le istituzioni politiche e culturali interessate agli «studi sul lavoro e il sindacato e alla loro applicazione», in esplicita attuazione degli intenti statutari che ne reggono l’attività. La collana intende anche valorizzare giovani ricercatori in materie socio-economiche, del lavoro e del sindacato.

 

Video intervista

 

 

 

Prof. Aldo Carera - Presidente Fondazione Giulio Pastore