News

28/10/2019

La rilevanza storica di Giulio Pastore e l’attualità della sua azione per il sindacato di oggi

11 novembre 2019 ore 9,30 Università Cattolica del Sacro Cuore, sala Pio XI - Largo A.Gemelli, 1 - Milano

Convegno organizzato da Bibliolavoro, Fondazione Giulio Pastore, e dall'Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia "Mario Romani", nell'ambito delle iniziative per il 50° anniversario dalla scomparsa di Giulio Pastore.

 

21/10/2019

L’Autunno caldo (Roma, Sala del Parlamentino del Cnel,
23 ottobre 2019)
Il convegno  (9.00-13.00) sarà dedicato all’approfondimento interdisciplinare sulle vicende del 1969 come data spartiacque tra una fase di formazione della società industriale che volgeva al termine e le prime manifestazioni di una potente domanda sociale conseguente le tensioni sociali cumulate durante il miracolo economico. Agli studiosi invitati verrà chiesto di inquadrare e approfondire le dinamiche sociali ed economiche, i temi del lavoro e sindacali nel contesto politico del tempo. I lavori saranno conclusi da una riflessione sulla complessità dei fenomeni di trasformazione in momenti particolari dello sviluppo economico-sociale che, allora come oggi, pongono questioni che attengono al quadro delle relazioni tra politica, economia e società in relazione al contesto legislativo all’interno del quale tutti gli attori si muovono. Il convegno sarà accompagnato da uno o più filmati realizzati in base a fonti dirette.
Sono previste la registrazione audio e video e la pubblicazione degli atti.

01/10/2019

La Fondazione Giulio Pastore nell'anno in cui ricorre il Cinquantesimo dalla scomparsa di Giulio Pastore, tra ottobre e dicembre 2019, ha in programma giornate di studio e convegni nazionali organizzatI in collaborazione con diverse strutture CISL territoriali e nazionali, Istituti culturali e Associazioni.

Di seguito il calendario delle principali iniziative.

-11 ottobre 2019, Brescia, ore 17 Auditorium CISL. Giulio Pastore. il sindacalista che ha sparigliato la storia. 

Incontro-dibattito promosso dalla Cisl Brescia e Acli provinciali di Brescia.

 
-14 ottobre 2019, Roma, ore 10,15 Tempio di Adriano. Il sindacato per un Paese che cresce.

Seminario nazionale organizzato con la Segreteria generale della Cisl, sarà preceduto da una Santa Messa nella basilica di S. Carlo al Corso in Roma.

PER MOTIVI ORGANIZZATIVI L'ORARIO DI INIZIO DELLA S.MESSA E' STATO ANTICIPATO ALLE 8.15.

L'ingresso al Convegno sarà consentito entro le 9.30 e fino a capienza massima della sala.

 -18 ottobre 2019, Varallo, ore 9,30-16,30 Centro Congressi di Palazzo D’Adda. Uomo al servizio dell’uomo.

Giornata di studi su Giulio Pastore organizzata dall'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, e Istituto Nazionale Ferruccio Parri, con il patrocinio della FGP e della Cisl Piemonte orientale. 

 

-11 novembre 2019, Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore.

Convegno organizzato in collaborazione con Cisl Lombardia, Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia ‘’Mario Romani’’, e BiblioLavoro.

 

- 6 dicembre 2019, Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore. Pastore e la politica di sviluppo per il Mezzogiorno.

Convegno organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Storia dell’economia, della società, e di Scienze del territorio ‘’Mario Romani’’, l’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia ‘’Mario Romani’’ .

12/06/2019

Roma,12 giugno 2019: presentazione del libro sulla Cisl Medici, a cura di Antonio Famiglietti -Edizioni Lavoro. Alle ore 16.00 Presso Auditorium Carlo Donat Cattin Via Rieti, 11/13. 

http://www.cislmedici.com/presentazione-libro-liberta-professionale-cura-del-malato-e-impegno-sindacale-la-cisl-medici-1982-2017

07/06/2019

Friday, June 7th

Room G.016 Maria Immacolata – 9.00 a.m.

Session 4A: Inquiries and Projects in the Italian Peripheries

Chair: Aldo CARERA, Università Cattolica del Sacro Cuore

  • Roberto BUSI, Università degli Studi di Brescia
  • Luciano VILLANI, Università degli Studi dell’Aquila
  • Grazia PAGNOTTA, Università degli Studi Roma Tre
  • Tania CERQUIGLINI and Manuel VAQUERO PINEIRO, Università degli Studi di Perugia
  • Bruno BONOMO, Sapienza Università di Roma

organizzato in collaborazione con: 

ISTITUTO G.TONIOLO, ARCHIVIO ''MARIO ROMANI'', ASSOCIAZIONE ITALIANA INSEGNANTI DI GEOGRAFIA, DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ECONOMIA DELLA SOCIETA' E DI SCIENZE DEL TERRITORIO ''MARIO ROMANI''

vai al programma: https://www.unicatt.it/eventi/events-Periferie_delle_citta_europee.pdf  

 

 

04/06/2019
La Fondazione Giulio Pastore, la Fondazione Giuseppe Di Vittorio e la Fondazione Bruno  Buozzi ricordano l'anniversario della firma del Patto di Roma del giugno 1944, atto costitutivo della CGIL unitaria (v.documento allegato).

       

Ufficio Stampa Cisl - 3 giugno- Annamaria Furlan
 
“La firma del «Patto di Roma», settantacinque anni fa, in cui venivano fissati alcuni principi di riferimento per la costituzione di una organizzazione sindacale unitaria, fu una scelta indispensabile per riprendere tempestivamente il percorso del sindacalismo libero e democratico ancor prima della fine della dittatura mentre metà della penisola era ancora occupata dai tedeschi”. Lo sottolinea la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, ricordando la firma del “patto di Roma" firmato il 3 giugno 1944. “Fu un processo di grande rilievo storico per i lavoratori e per contribuire al consolidamento della democrazia repubblicana, assicurare la difesa degli interessi economici e morali dei lavoratori e garantire il loro apporto alla ricostruzione del paese. Ben presto emersero i limiti di un compromesso che non scioglieva due nodi che incombono ancora sui processi politici ed organizzativi: la questione dell’autonomia del sindacato e la necessità di tener conto che le esigenze dei lavoratori nascono e possono essere intercettate in termini di rappresentanza, operando dal basso, in diretto contatto con i loro bisogni di tutela. Ecco perché, allora come oggi, la questione dell’unità dei lavoratori costituisce un obiettivo strategico per la Cisl e per chiunque rifiuti la prospettiva di un sindacalismo corporativo e poco rappresentativo che non ha consapevolezza dell’articolata complessità del mondo del lavoro e che non sa praticare la rappresentanza in ragione degli interessi generali del Paese e del bene comune. Occorre per questo rilanciare una confederalità nuova, generata dal basso, costruita su esperienze condivise, nel territorio e nei luoghi di lavoro, su specifiche questioni da affrontare e risolvere concretamente. Una confederalità generata dalla necessità di dare tutele e sicurezze ai lavoratori e di generare nuova fiducia nel ruolo dei corpi intermedi, del loro indispensabile apporto al Paese, all’Europa,alla tutela del lavoro nel mondo globalizzato”.

 

17/05/2019

6 giugno 2019 ore 10.15-17.00,Centro Studi Cisl di Firenze. ''Giulio Pastore fondatore del sindacato nuovo: tra storia e memoria. Il valore della formazione e l’impegno per il Mezzogiorno''.

Il Seminario si svolge in occasione del 50° anniversario della scomparsa del primo Segretario generale della Cisl e, oltre ad inquadrarne la figura, intende affrontare, con contributi scientifici e testimonianze dirette, due aspetti che lo hanno caratterizzato: il valore della formazione sindacale nella fondazione del Sindacato Nuovo con la nascita del Centro Studi di Firenze, e l'impegno per l'emancipazione e lo sviluppo del Mezzogiorno.

In allegato il programma

04/03/2019
Istituto Luigi Sturzo, Via delle Coppelle 35
giovedì 7 marzo 2019, ore 17,00
 
 
                                                 Introdurranno
Nicola Antonetti, Giorgio La Malfa, Elena Paciotti, Silvio Pons, Valdo Spini
 
 
 
19/02/2019

                                                       

Per la Cisl Giulio Pastore non è figura da ricorrenze estemporanee ma è sostanza stessa delle esperienze sindacali che dal suo illuminato coraggio hanno avuto origine e che oggi operano in un contesto così diverso. Di questi tempi, in cui tanto si parla di crisi delle élite, trarre spunto dalle biografie di personaggi illustri, come pure dei tanti che hanno dato contributi meno vistosi ma decisivi al sindacato, con Pastore e dopo Pastore, assume un’indubbia rilevanza umana e civile.

Nell’arco del 2019, oltre alle iniziative confederali, ci sentiamo anche impegnati come Fondazione a collaborare con i soci nell’organizzare momenti di studio, di riflessione e di formazione, che alla dimensione storico/biografica affianchino considerazioni sull’evidente attualità di tanti temi che hanno caratterizzato l’impostazione politico-culturale e l’azione del fondatore della Cisl.  

Aldo Carera, presidente della FGP

 

 

Pagine